27 gennaio 2017

Solidarietà con le popolazioni terremotate

RASS-STAMPA

Come Filiera Corta Solidale stiamo cercando di costituire una rete di soggetti che collabori alla ideazione e realizzazione di azioni concrete di solidarietà con le popolazioni delle zone terremotate.
Nel frattempo siamo in contatto con Caritas Cremonese che a Pian di Pieca (Mc) ha organizzato una base operativa inviando la propria operatrice, nonché nostra associata, Nicoletta D’Oria Colonna (è possibile consultare il diario di Nicoletta). Nicoletta sta prendendo contatti con alcune piccole aziende della zona che hanno subito danni e che hanno bisogno di un aiuto per ripartire.

I prodotti che come Filiera Corta Solidale abbiamo acquistato finora:

Miele millefiori dell’apicoltura Rapacci – San Ginesio (MC).
Gianfranco Rapacci e la sua famiglia allevano api da generazioni. Con il terremoto di ottobre la loro casa è andata completamente distrutta. Da allora vivono in un container: ormai divenuta tragica metafora di resistenza.

Patate rosse di montagna dell’azienda agricola Onorati – Pioraco (MC)
Pioraco è un comune nelle zone montane del maceratese particolarmente colpito dal sisma, oggi in gran parte abbandonato. L’azienda, avviata poco meno di un anno fa da una giovane donna, Chiara Onorati, adeirisce a un Consorzio di tutela dei prodotti di montagna che però con l’avvento del terremoto ha interotto le attività di promozione e di vendita. Chiara si è così trovata improvvisamente senza sbocchi, con gran parte del prodotto in campo e in magazzino.

Pecorino di montagna dell’azienda agricola Di Pietrantonio – Belforte del Chienti (MC).
L’azienda, con annesso piccolo caseificio, ha subito forti danni alla stalla in cui erano ricoverate le pecore e ha perso l’operatività del punto vendita di Tolentino, in piena zona rossa. Nonostante tutto, essendo uno dei pochi caseifici rimasti operativi, l’azienda si è attivata fin da subito per aiutare altre realtà del territorio gravemente danneggiate e attualmente impossibilitate a commercializzare i propri prodotti.

vitacattolica

La Vita Cattolica del 26.01.2017